Mazzamuto: “Emozionante esordire in prima squadra, al Monreale mi sento a casa”

 Un anno da incorniciare quello di Gabriele Mazzamuto, palermitano doc classe ‘2001 che con sacrificio e dedizione è riuscito ad arrivare al tanto desiderato salto di qualità, o meglio di categoria. Gabriele,infatti, appartiene per età alla categoria “allievi”, con la quale ha iniziato il campionato ancora in corso, ma di fatto è anche un giocatore della prima squadra: “Aggregarmi ai più grandi mi ha fatto provare un mix di emozioni intense tra cui orgoglio, felicità e soddisfazione. Il mio esordio è avvenuto durante la gara contro il Mazara, squadra che lotta per i play off”.  

Esordio positivo e soddisfacente grazie al quale è riuscito a collezionare altre presenze e persino a conquistare la maglia da titolare nella gara contro il Campofranco: “Ringrazio il mister per la fiducia che mi ha dato nonostante la situazione in cui ci troviamo. Per me è stato emozionante, anche perché sono consapevole che esordire in prima squadra da sotto età non è da tutti”.

Emozione condiva col fratello, Salvatore Mazzamuto, anche lui calciatore della prima squadra del Monreale: “Non avrei mai pensato  di giocare con mio fratello. Nessuno poteva immaginarlo ma il calcio è imprevedibile. È stato un momento speciale, un momento che che mi ha trasmesso molta sicurezza in me stesso. Io e Salvatore – continua – giochiamo nella stessa porzione di campo ma con ruoli differenti. Io sono un ragazzo che nel ruolo nel quale si trova deve assumersi parecchie responsabilità, è un ruolo complesso. Lui, invece, ha un ruolo più di gamba. Un ruolo che richiede grinta e tanta voglia di fare”.

Una passione condivisa nel modo più puro possibile quella dei fratelli Mazzamuto: “Tra noi non c’è assolutamente alcuna competizione. Lui ha fatto il suo percorso e io sto facendo il mio, con la speranza di arrivare il più lontano possibile. Certo, a volte scherzando ci punzecchiamo ma mai nulla di serio, anzi, mio fratello essendo più grande cerca di darmi consigli che possono tornarmi utili ma allo stesso mi lascia sempre libero di vivere sia umanamente che calcisticamente la mia esperienza”.

Grandi soddisfazioni che, certamente, daranno a Gabriele Mazzamuto le giuste motivazioni per arrivare al definitivo salto di qualità: “Sono un ragazzo umile ma deciso. Spero di fare tanta esperienza e cercherò anno dopo anno di arrivare il più lontano possibile e per far questo non mai dovrò smettere di lavorare neanche un secondo. Per realizzare i propri sogni bisogna avere fame e crederci fino alla fine”.

Al Monreale il baby Mazzamuto si sente a casa ed è proprio a tutti coloro che hanno creduto in lui a cui Gabriele rivolge i suoi ringraziamenti: “Gioco nel Monreale da 2 anni ed è una società seria e molto preparata. Con loro non mi è mai mancato nulla e sono cresciuto davvero tanto. Il merito di questo mio piccolo traguardo è anche della società e di mister D’Angelo: un vero e proprio professionista. I suoi insegnamenti sono stati fondamentali per la mia crescita, mi ha sempre incoraggiato ad esprimere al meglio ciò che sono calcisticamente”.

Per francescoarcoleo COPERTINA news 0 Commenti

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *